as-vgiulia_si-zappa-2013

Da “Cronaca di una scelta terra terra…”

Dal 2012 ci siamo imegnati in un progetto di agricoltura sociale.

Smirra

terra-farro-lenticchie

E’ il 16 maggio 2012 vaghiamo sia con il pensiero sia fisicamente nei territori collinari della nostra provincia; grazie alla storia personale del vescovo, quel buon figlio di contadini, e del suo curato, arriviamo con lo sguardo ai limiti di Cagli, a Lancialunga.

Cosa vedono i nostri occhi? Terra abbandonata, la terra di Dio va data agli uomini di buona fede. “Terra dacci lenticchie, terra dacci farro!”.

Questo è il grido di una piccola cooperativa che in te ripone fiducia. Ti aiuteremo, abbiamo amici con noi; così viviamo il tempo che passa e quando risposte arriveranno, non saranno solo per noi, ma per una comunità che ti rispetta…Il 10 dicembre 2012 diventiamo agricoltori, infatti firmiamo un contratto di affitto di 10 ettari di terreno con la Diocesi di Cagli (PU)…inizia l’avventura dell’AGRICOLTURA SOCIALE…

Smirra di Cagli (PU): 10 ettari in regime biologico destinati a legumi e farro; terreno in affitto dalla Diocesi di Fano, Fossombrone Cagli e Pergola (PU)

Fano

anguria

Era messo male, molto male il bosco, la nevicata era passata come un pettine che invece di sciogliere i nodi ti rende calvo. “Che dite ragazzi aiutiamo questo piccolo giardino a non diventare un calvario?”.

Così è nata una iniziativa di un giorno chiamata “scampagnata amica.” Il 18 marzo 2012 per l’appunto le nostre mani cominciano a togliere quelle intrecciate doppie punte di alberi morti…

Dopo un anno e un giorno, il 19 marzo 2013 ci armiamo di zappa e firmiamo fieri un altro contratto con Marchesana Soc Coop Agricola, diventandone soci, un ettaro e quaranta di terra da fare orto… Leo, passata l’estate a togliere le erbacce a mano e zappa-munito, viene insignito del titolo nobiliare “Capo Zappatore” … mentre Mattia, sempre più, si mischia tra Terra e Leo…

L’esperienza si è conclusa nel 2015.